Megavetrina

mega_vetrina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un Natale di qualche anno fa si decise di far nevicare il testo del Racconto di Dickens sulla vetrina. Un paragrafo appena e poi le lettere bianche iniziavano a fioccare. L’alfabeto è un’altra fissazione onnipresente. Qualsiasi occasione è buona per isolare le lettere in tutta la loro bellezza. Dei pittogrammi che non significano niente se non in sequenza tra loro. La spinta a smontare per riassemblare -ma non del tutto- è sempre stata forte. Ma in questo caso il testo che pioveva sotto gli occhi di tutti accentuava l’aspetto miracoloso della letteratura, la sua componente sognante e il vero ruolo del protagonista, quello del lettore, senza il quale qualsiasi storia finirebbe per perdersi, per finire nel dimenticatoio.